Una newco per Unicredit in Germania per riunire le filiali estere
in , ,

Unicredit e la newco per riunire le filiali estere

Una nuova banca a cui possano far capo le filiali estere, questo è il progetto di Unicredit

Unicredit e la newco per riunire le filiali estere è più che una semplice idea. Unicredit è uno dei più grandi gruppi bancari al mondo. Ha sede nella città di Milano ed opera in 18 paesi Europei.

I clienti sono circa 25 milioni. In Europa ci sono 88 banche Unicredit, nelle Americhe 3, in Asia e Oceania 9 e infine in Medio Oriente e ed Africa 2.

Le ultime giornate sono state molto intense per il gruppo bancario. Infatti la sua ultima partecipazione in FinecoBank è stata ceduta per un valore di 1,1 Mld di euro. E’ stato ceduto il corrispondente di 111,6 milioni di azioni per un valore di 9,85 euro l’una. La banca ha ottenuto da questa operazione molti incassi.

Unicredit non si è concentrata esclusivamente su questa operazione di cessione di quote di FinecoBank negli ultimi tempi. Infatti sono previste grande modifiche nell’aspetto organizzativo dell’impresa.

Unicredit e la newco per riunire le filiali estere

L’idea di Unicredit è quella di creare una sub-holding con sede in Germania dove ricondurre le attività di tutti i paesi esteri; dalla Germania alla Bosnia-Erzegovina. Sopra a controllare il tutto sarà presente sempre la holding madre cioè Unicredit con sede in Italia.

Questo progetto è destinato a cambiare completamente l’assetto societario. Unicredit si è già mossa in questo senso aprendo una gara per la riorganizzazione dell’assetto societario a cui hanno partecipato diversi advisor.

Questo progetto sembra essere già nei pensieri, da un po’ di tempo, di Jean Pierre Mustier amministratore delegato di Unicredit.

Intanto la borsa risponde a quanto accaduto tra Unicredit e Fineco e sembra che viaggino a velocità diverse.

Perchè compiere questa operazione?

Questa operazione avrebbe solo un significato, quello di proteggere il gruppo europeo dal rischio sistemico italiano. Oltre la metà dell’attivo infatti proviene dalle filiali al di fuori dei confini italiani.

Inoltre le leggi nei vari paesi sono diverse infatti in alcuni di essi lo Stato può intervenire per salvare gli istituti bancari in altri questo non è possibile.

Una struttura accentrata permetterebbe anche un ricorso meno costoso al funding, dettaglio da non sottovalutare.

Sembra che solo con una guida accentrata in europa è possibile reagire al meglio alle esigenze del mercato.

Evitare tagli come Deutsche Bank

La Deutsche Bank è la banca nazionale tedesca, è stata sempre un motivo di orgoglio per il popolo tedesco e ha garantito una miriade di posti di lavoro per molti anno. Negli ultimi tempi i debiti superavano i profitti a causa di operazioni finanziare spericolate. I titoli in borsa sono andati a picco e la banca si è trovata costretta a licenziare circa 18.000 dipendenti.

I dipendenti saranno licenziati soprattutto nelle città di Tokyo, Londra e New York.

Unicredit per essere più compatta a livello organizzativo europeo deve avere una gestione accentrata.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rischio Minsky Moment nel mercato americano?

Web tax e il conflitto tra il governo americano e francese